PRIMI PASSI NEL BLOG PARAVIA

Il campo dei miracoli: la raccolta dei piselli e altro (giugno)

4 giugno 2010

I semi dei piselli, all’interno del baccello, si toccano appena….

E’ ora di fare la raccolta !

Per raccogliere occorre adoperare tutte e due le mani: mentre con una mano si coglie il bacello, con l’altra si tiene ferma la pianta.

Se si lasciano oltre tempo sulla pianta, tendono ad indurire. Una volta completamente maturi e duri come il legno, occorre estirpare le piante ed appenderle in un posto ventilato. Quando si giudicano ben secche bisogna batterle in modo da far uscire i piselli,

Per conservarli è necessario riporli in recipienti col coperchio.

Quando si desidererà usali, d’inverno, immergerli nell’acqua per un giorno o due, poi bollirli in acqua salata, perchè diventino teneri e condirli a piacere.

La buccia dei piselli è lucida e rugosa

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Anche le lenticchie sono quasi pronte per la raccolta.

Ci colpisce la forma del loro piccolo baccello,tronco alla punta.

Ogni baccello contiene due sole lenticchie.

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

L’ultimo ravanello:…

….e pure un’ ultima fava, nata dai semi che ha portato Nadr.

Osserviamo la bellezza del suo baccello all’interno:

è percorso da numerose venature più scure.

Su gelso le prime more arrossano:

8 giugno

Troviamo molte ciliege sul terreno…. Cadono da un ciliegio che è nel giardino dell’asilo che confina col nostro orto.

Notiamo che l’albero è stato attaccato da milioni di AFIDI.

Gli afidi sono insetti conosciuti anche come “pidocchi delle piante” e si nutrono della loro linfa.

La linfa di cui gli Acari si nutrono è ricchissima di zuccheri. Una parte di questi zucchei viene trasformata ed  espulsa sotto forma di MELATA, imbrattando così i vegetali di gocce zuccherine e appiccicose.

Purtroppo gli afidi hanno attaccato anche le nostre piante…..

In questata foto i baccelli del ravanello ne sono quasi completamente ricoperti:

In queste altre fotografie si può vedere la loro MELATA:


La melata è una fonte di cibo per molti insetti. Nel corso dell’evoluzione si è  instaurata tra afidi e formiche una una specie di accordo  che è simile all’allevamento degli animali domestici da parte dell’uomo. Infatti gli afidi producono la melata di cui le formiche sono ghiottissime e queste in cambio “curano il bestiame”  trasportando i vari individui su teneri germogli e difendendoli dai predatori, anche se moltissime specie di afidi sono in grado di difendersi da soli.

Come?

tramite un particolare organo detto “sifone” posto nell’addome.

Questo organo emette una sostanza che assomiglia alla cera che, a contatto con l’aria, solidifica intrappolando velocemente il predatore.

In caso di pericolo gli afidi sono anche in grado di emettere una sostanza profumata, detta “feromone”. Quando

gli altri membri della colonia percepiscono questo feromone,  capiscono che c’è un pericolo e si danno alla fuga.

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Per fortuna nel nostro orto ci sono pure le coccinelle: sono predatrici degli afidi.


Noi facciamo il tifo per loro!

——————— ———————

Forza coccinelleeee!!!!!!!!!!!!

2 commenti »

  1. Ciao a tutti!!!
    Anch’io ho notato dei piccoli insettini nel mio orto e non volevo usare prodotti chimici. Ma poi sono arrivate le COCCINELLE, viva la natura viva la COCCINELLE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Commento di Fabio — 11 giugno 2011 @ 11:27 | Rispondi

    • Ciao Fabio,
      quest’anno abbiamo provato a preparare un composto naturale a base d’aglio per tentare di liberare dagli afidi alcune piante, ma il risultato è stato deludente: i fiori si sono bruciati e gli afidi sono tornati alla carica dopo ca 10 gg, nonostante avessimo ripetuto il trattamento tre volte. Purtroppo le coccinelle non si vedono ancora… il lungo periodo di maltempo non ha certo favorito la loro presenza.

      Commento di Maestra Sandra — 12 giugno 2011 @ 12:42 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: