PRIMI PASSI NEL BLOG PARAVIA

Ma che musica maestro!

Dal progetto “MUSICANDO PER IL MONDO”

intercultura e musica

Una lezione in classe IV             

Questo slideshow richiede JavaScript.

(Documentazione fotografica del maestro Orazio)

Il primo giorno del corso di musica la maestra Caterina ci ha raccontato una favola africana e poi abbiamo imparato una canzone molto facile intitolata “A boro ma”. Abbiamo suonato il balafon che è uno xilofono con delle noci di cocco sotto, una più piccola dell’altra. Si suona con due bacchette. Noi eravamo tanto agitati perché era tutto nuovo, bello, particolare.

Nella seconda lezione abbiamo imparato il saluto guineano, abbiamo bevuto un succo tropicale e mangiato della cioccolata molto buona prodotta in Guinea. Abbiamo  parlato tanto delle feste dei nostri paesi.

Alla terza lezione abbiamo suonato i tamburi mentre Naby (il maestro di musica) suonava il Jembe e abbiamo pure ballato. Quando Naby suonava, le sue mani si muovevano velocemente e le sue dita saltavano su e giù sullo strumento. Abbiamo imparato una seconda canzone intitolata “Wa wa co sico laico”.

Alla quarta lezione abbiamo ripetuto le canzoni che avevamo imparato e poi abbiamo sentito dei CD in cui si sentiva il suono del balafon di Naby.

All’ultima lezione abbiamo visto un film dove dei bambini della nostra età suonavano il jembe. Andavano in giro a suonare per i villaggi. Un giorno hanno suonato a una festa, nella festa ballavano donne e bambini. La festa era durata quasi tutto il giorno. Un signore aveva scelto alcuni bambini per portarli in un’altra città dove avrebbero potuto  imparare a suonare meglio. Quei bambini, dopo un certo tempo, sono diventati dei bravi musicisti.

Tutte le lezioni sono state molto, ma molto belle!

(Alaa e Miryeta)

Ci è piaciuto suonare lo xilofono e il tamburo e anche cantare e ballare. La maestra Caterina ci ha raccontato che in Guinea l’acqua è preziosa e la mettono dentro a dei sacchetti per conservarla.
Abbiamo visto un video molto bello dove si vede come si costruiscono i tamburi. Alle feste guineane tutti suonano e ballano.
(Princess e Nicole)

Quando Naby ha suonato “Sicolaico” io ero felice. Ho imparato a suonare gli strumenti e mi è venuto da piangere quando c’era una canzone che mi ricordava la Somalia.

(Abdur)

Quando il corso è finito io ero triste perchè Naby se ne doveva andare. La maestra Caterina ci ha detto che forse ritornerà il prossimo anno.
Io quando ballo sento il ritmo dentro di me, mi sento come se fossi in un altro mondo. (Osama))

La maestra Caterina ci ha raccontato una storia bellissima, parla di una persona che non sapeva camminare, nè parlare che alla fine diventa un re.
Nell’ultima lezione abbiamo provato tante emozioni. La maestra Caterina ci ha fatto vedere un film. C’erano tanti bambini africani che imparavano a suonare da piccoli. Partivano dai loro villaggi e stavano lontani dalle loro famiglie, ma imparavano tante cose.
(Mohand e Nichita)

Alla fine dell’ ultima lezione ero molto contento perché tutto quello che ho visto e sentito è stata una grossa novità per me. (Mohand)

Mi sono molto divertito, mi piace fare musica così e mi sarebbe piaciuto che le lezioni di musica non finissero mai. (Nichita)

Naby ci ha fatto suonare, Girgis ha cominciato per primo perchè aveva già le bacchetto in mano, poi abbiamo provato anche noi. Girgis è stato il più bravo e il più veloce suonatore. Alla fine Naby ha fatto suonare anche il maestro Orazio che è stato bravissimo! (Amine e Girgis)

Ho suonato lo xilofono e mi è piaciuto suonare. Mi sono divertito tanto. A me è piaciuto anche mangiare il cioccolato e bere il succo d’ananas.
(Farid)

Io, Raduan, ho suonato i tamburi e ho cantato e ballato il “Waca waca” , “Aboro Man” e “Sicolaico” ”
(Raduan)

Il primo giorno del corso Naby ci ha chiamati uno per volta per suonare e mentre noi suonavamo, tutti i miei compagni di classe e Naby cantavano la canzone di Wako wako.
Quando tutti ballavano io non ballavo perchè invece volevo suonare, ma la maestra Caterina mi ha “obbligato” a ballare e io mi sono divertito molto. Noi dovevamo fare i gesti che faceva la maestra Caterina  e mentre Girgis suonava io imitavo Naby battendo le mie mani sulla sedia. E’ stato tutto bello e divertente  e vorrei fare ancora musica con Naby. Non vorrei che finisse qui il corso di musica perchè ho provato tante emozioni belle.
(Amin)

Grazie al corso di musica ho trascorso bellissime giornate. Il primo giorno il marito della maestra Caterina , che si chiama Naby, ci ha insegnato i nomi degli strumenti musicali. Sono bellissimi e hanno la bandiera di provenienza. Si chiamano balafon, jambe e maracas. Abbiamo ballato senza scarpe ed è stato divertente.
Naby ha portato con lui molti tessuti guineani, erano colorati e ci ha detto che i colori erano fatti col fango.
(Paola)

I tessuti che ha portato Naby erano colorati con colori molto vivaci: l’azzurro, il marrone, il verde, il giallo e il fucsia.
Naby ha cantato la canzone “Sicolaico” e noi l’abbiamo imparata. Quando l’abbiamo cantata il maestro Orazio ci ha registrati.
Il corso di musica è stato bello e mi ha dato gioia, allegria e felicità.
(Omaima)

Annunci

2 commenti »

  1. Ciao Caterina,
    sì, è stato bello e coinvolgente. Le esperienze e gli esempi, più di ogni parola, formano l’Uomo.
    Grazie a te e a Naby per averci dato questa opportunità.
    Un abbraccio

    Commento di Maestra Sandra — 11 aprile 2011 @ 10:21 | Rispondi

  2. Ciao a tutti,
    che emozione!!!
    E’ stato bello vedere i bambini cimentarsi con il balafon ed i djembe.
    Grazie a tutti i partecipanti,
    caterina e naby

    Commento di maestra caterina — 8 aprile 2011 @ 11:47 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: